Mozambico

Dopo l’indipendenza ottenuta nel 1975 il Mozambico è stato teatro di una drammatica guerra civile conclusasi grazie alla mediazione italiana con gli accordi di pace firmati a Roma nel 1992 e con le prime elezioni libere del 1994. A partire da quel momento, il paese ha beneficiato di una sostenuta crescita economica: tra il 2000 e il 2015 il PIL è aumentato costantemente con tassi medi del 7%, un valore molto più alto rispetto alla media africana.  Gli entusiasmi si sono spenti nel 2015, e le stime per la crescita hanno subito una severa battuta d’arresto a causa di diversi fattori. Il riaccendersi delle tensioni tra i due principali partiti ha comportato maggiore instabilità politica e maggiore insicurezza; la rivelazione di debiti (oltre 2 miliardi USD) contratti senza autorizzazione del Parlamento da imprese a partecipazione pubblica e con garanzia sovrana, nascosti dal governo mozambicano alla comunità internazionale, ha suscitato la reazione ferma del Fondo Monetario Internazionale e dei donatori ed ha minato la fiducia degli investitori esteri, portando improvvisamente il Mozambico a essere il paese più indebitato dell’Africa;  il crollo dei prezzi delle materie prime a livello globale ha giocato un ruolo importante, ed il debito pubblico ha iniziato a gonfiarsi a partire dal 2011. Il paese oggi ha una popolazione di quasi 29 milioni di abitanti, e quasi la metà vive in povertà assoluta: con un tasso di fertilità tra i più alti al mondo (5,9 bambini per ogni donna), il boom demografico rischia di acutizzare i problemi già esistenti legati alla debole offerta di servizi essenziali e di occupazione. Il tessuto economico in generale non è molto diversificato, e l’agricoltura di sussistenza rappresenta la principale attività, impiegando circa il 90% della popolazione.  Oggi il Mozambico è tra i primi dieci paesi al mondo per rapporto debito/PIL  ed è uno dei più poveri a livello globale dal punto di vista dello sviluppo umano, oltre che per reddito pro capite.

 

• L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo in Mozambico - Sintesi 2018

 

OPENAID è la banca dati pubblica dell’AICS, dove vengono pubblicati i dati dei progetti di sviluppo attivati nei Paesi partner prioritari per la Cooperazione Italiana. Clicca sul logo per conoscere in dettaglio le nostre iniziative in Mozambico: