Zimbabwe

Lo Zimbabwe è stato uno dei paesi più vivaci e produttivi dell'Africa australe, ma negli anni recenti l’economia del paese sta affrontando sfide difficili. Parte delle difficoltà sono legate a una gestione del potere autoritaria da parte dell’ex presidente Robert Mugabe, che ha dominato la scena politica del paese per quasi quattro decenni a partire dall’indomani dell'indipendenza ottenuta dalla Gran Bretagna (1980). Con più di 16 milioni di abitanti, l’economia è basata sull’agricoltura e attività estrattive, essendo il territorio ricchissimo di risorse naturali. Il paese deve affrontare tassi endemici di disoccupazione e povertà, e molti cittadini emigrano in cerca di lavoro all’estero. La performance economica è inoltre ostacolata da carenze infrastrutturali e da una forte insicurezza alimentare, peggiorata dagli effetti del fenomeno meteorologico El Niño.

il contributo italiano

In Zimbabwe, AICS attua una componente del programma di emergenza (2017-2019) in affidamento a OSC per finanziare progetti di prosecuzione delle attività di mitigazione degli effetti della siccità con azioni di sostegno alle attività del settore primario (agricoltura e allevamento) e di rafforzamento dei servizi di base.