Si è tenuto l’8 settembre 2022, l’evento di lancio del progetto AGRI-URB: Agricoltura urbana per migliorare la sicurezza alimentare negli insediamenti informali di Maputo.

A ospitare l’evento è stata la Casa Agrária das Mahotas che al momento è sede di un ufficio del Municipio di Maputo e di una piccola biblioteca aperta alla comunità locale.

Finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), il progetto AGRI-URB è stato concepito con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita e la sicurezza alimentare dei cittadini di Maputo, attraverso, da un lato, l’aumento delle capacità di produzione e distribuzione di alimenti freschi e, dall’altro, la promozione dello sviluppo dell’economia locale e dello sviluppo sostenibile nel comune di Maputo.

«Il progetto AGRIURB, rafforzando i legami di amicizia e cooperazione che legano l’Italia con il Comune di Maputo, si inserisce in un complesso di iniziative che, con i finanziamenti dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, contribuiscono a migliorare la qualità della vita della popolazione urbana della capitale del paese – ha spiegato il Direttore dell’AICS Maputo Paolo Enrico Sertoli – aggiungendo che attraverso il progetto AGRIURB, il prossimo anno sarà sostenuto il sistema di Agricoltura Urbana operato nel comune di Maputo, con l’obiettivo di rafforzare l’agricoltura urbana agro-ecologica e l’allevamento nelle Zone Verdi di Maputo (Distretti Comunali di KaMavota e KaMubukwana) e di agricoltura urbana nel distretto municipale di KaNhlamankulu».

Il progetto sarà infatti strutturato in tre componenti: una focalizzata sulla diffusione dell’agroecologia, per i distretti di KaMavota e KaMubukwana, una incentrata sull’agricoltura urbana nel distretto municipale di KaNlhamankulu, dove l’AICS risulta già impegnata a supportare la riqualificazione del quartiere Chamanculo C attraverso il Programma REGENERA, e una terza dedicata alla formazione del personale tecnico che fornisce assistenza e consulenza ai produttori agricoli, zootecnici e ittici locali.

All’evento hanno partecipato anche i rappresentanti del Municipio di Maputo e della Segreteria di Stato per i Giovani e l’Impiego; i rappresentanti delle ONG responsabili per l’implementazione del progetto, We World GVC, AVSI, Addesso, Abiodes; e dei membri e rappresentanti delle Associazioni e dell’Unione degli Agricoltori.

L’Assessore allo Sviluppo Economico Locale, il Dott. Danúbio Júlio Lado, ha commentato:  «Il progetto ‘AGRI URB: Agricoltura urbana per migliorare la sicurezza alimentare negli insediamenti informali di Maputo’, che abbiamo il grande onore di lanciare oggi, con il sostegno finanziario dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, si allinea con gli sforzi fatti dal Consiglio Comunale di Maputo, che nell’ambito del PDM 2019-2023 (Plano de Desenvolvimento Municipal 2019-2023), si impegna a fare di tutto per aumentare la produzione e la produttività agricola, zootecnica e ittica, fattori chiave per promuovere lo sviluppo delle economie locali».